Translate

venerdì 15 aprile 2011

La minaccia della Le Pen: «Fuori dall'Ue»

La Francia fuori dall'Unione europea. È questa l'idea di Marine Le Pen, leader del Fronte Nazionale d'estrema destra francese, che ha annunciato: «Se sarò eletta alla presidenza francese proporrò un referendum per far uscire la Francia dall'Ue».
Mentre proseguono gli sbarchi in Sicilia dei migranti tunisini e libici, la Le Pen sembra avere le idee chiare sulla strategia da seguire sull'immigrazione. «Dopo 6-8 mesi dal mio eventuale insediamento all'Eliseo», ha detto il leader del Fn, «proporrò ai partner europei di rinegoziare i trattati comunitari che ritengo più nefasti: a partire da quello di Schengen. Ma se non ci sarà la possibilità di negoziare, allora mi rivolgerò direttamente ai cittadini francesi con un referendum per valutare la nostra presenza nell'Ue». E nel caso in cui dovesse realizzarsi il progetto ipotizzato dalla Le Pen, allora la la Francia non aspetterà i tempi previsti dall'articolo 50 del Trattato di Lisbona che regola il ritiro di un Paese.
Ludovuc De Danne, consigliere di Marine Le Pen per le questioni europee, ha spiegato che in caso di «blocco imposto dall'Ue, la Francia userebbe tutto il suo peso per forzare la situazione. Siamo legalitari, ma ci sono limite all'accettabile, e oltre a tutto un ritardo nell'attuazione di quanto approvato dal referendum andrebbe contro la volontà dei cittadini francesi».



www.lettera43.it

2 commenti:

  1. Senza il governo francese attuale l'UE sarebbe più sicura. Se poi dovesse vincere la Le Pen, sarebbe anche molto più igienica.

    RispondiElimina
  2. Dal punto di vista politico l' Unione Europea non é mai esistita, abbiamo solo una unità economica che serve per sfilarci più soldi e basta.

    RispondiElimina

Rimanete sempre aggiornati!!