Translate

mercoledì 20 aprile 2011

Libia, Francia invia ufficiali collegamento, aumenta attacchi


PARIGI (Reuters) - La Francia, congiuntamente alla Gran Bretagna, invierà ufficiali militari di collegamento con i ribelli libici impantanati nel conflitto con le forze fedeli al leader Muammar Gheddafi, ha detto oggi un portavoce del governo francese, mentre il presidente Nicolas Sarkozy ha assicurato che verranno intensificati gli attacchi aerei contro le truppe governative.
Il portavoce governativo François Baroin ha sottolineato che la Francia non ha alcuna intenzione di inviare truppe in Libia, dove le potenze occidentali stanno cercando di rompere lo stallo militare dopo due mesi di conflitto.
"Un piccolo numero di ufficiali di collegamento (saranno collocati) presso il Consiglio nazionale di transizione al fine di organizzare la protezione della popolazione civile", ha detto Baroin durante un'informativa alla stampa.
Il portavoce ha detto che gli ufficiali saranno meno di 10 e che l'iniziativa è condotta in collaborazione con la coalizione che sta intervenendo in Libia.
I francesi dovrebbero fornire ai leader ribelli consigli su come organizzare le forze, che stanno combattendo contro l'esercito di Gheddafi, maggiore di proporzioni, meglio armato e addestrato. Ma farebbero da intermediari anche con la Nato per informare sulla posizione geografica dei ribelli e delle forze di Gheddafi.
La Francia ha già schierato a Bengasi diversi militari per proteggere un inviato diplomatico.
La Gran Bretagna ha annunciato oggi l'invio di una dozzina di consiglieri militari presso i ribelli, che però non avranno lo scopo di armarli o addestrarli a combattere.
Intanto, sempre oggi, l'Eliseo ha dato notizia che il presidente Sarkozy ha promesso al leader dei ribelli libici Mustafa Abdel Jalil, in visita oggi a Parigi dopo essere stato ieri a Roma, che la Francia intensificherà gli attacchi aerei contro le forze di Gheddafi, pur senza fornire dettagli.



-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Nessun commento:

Posta un commento

Rimanete sempre aggiornati!!