Translate

lunedì 18 aprile 2011

Svizzera spiega a Egitto e Tunisia come avere soldi ex presidenti

Berna (Svizzera) – Gli svizzeri sono stati tra i primi a congelare i beni dei presidenti spodestati di Tunisia e Egitto, rispettivamente Zine El Abidine Ben Ali e Hosni Mubarak, ma per i due Paesi del Mediterraneo non è così facile ottenere indietro il denaro. Il portavoce del ministero della giustizia Folco Galli ha detto oggi all'Associated Press che il governo svizzero ha inviato a fine marzo messaggi diplomatici a Egitto e Tunisia, spiegando che le loro richieste per iniziare a recuperare il denaro sono giuridicamente insufficienti. Un funzionario svizzero è andato in Tunisia a febbraio e sarà presto in Egitto per informare i governi sul procedimento giuridico previsto dalla Svizzera. Galli ha detto che quei governi devono fornire la prova di ogni accusa penale che coinvolge i soldi, in modo che le autorità svizzere possano decidere "se questi reati sono punibili o meno in Svizzera".




www.blitzquotidiano.it

Nessun commento:

Posta un commento

Rimanete sempre aggiornati!!