Translate

lunedì 2 maggio 2011

Immigrati, sciopero della fame Slogan e striscioni a Ventimiglia


Manifestazione nella stazione ferroviaria. Rivendicano il diritto alla libera circolazione in Europa. In gran parte si tratta di profughi, con permesso di soggiorno, che sono stati respinti dalle autorità francesi perchè senza sufficiente denaro per espatriare

Una cinquantina di immigrati tunisini fermi alla stazione ferroviaria di Ventimiglia hanno proclamato lo sciopero della fame. Espongono striscioni in tre lingue, italiano, francese e arabo, per rivendicare il diritto alla libera circolazione in Europa.

LE IMMAGINI

In gran parte si tratta di profughi, con permesso di soggiorno, che sono stati respinti dalle autorità francesi perchè senza sufficiente denaro per espatriare.

"Libera circolazione in Europa e permesso di lavoro in Italia...no umanitario", è uno degli slogan esposti dai migranti.

Le autorità francesi continuano a respingere i profughi sprovvisti dei 62 euro richiesti per varcare il confine con la Francia.

Intanto a Genova, l'apertura straordinaria dell'ufficio Immigrazione, disposta dalla Questura di Genova per la consegna dei permessi di soggiorno temporaneo, è stata disertata dai profughi tunisini.

Sono solo 7, al momento, i documenti consegnati e fuori dall'ufficio non si registrano code. Sono quasi 250 i documenti pronti per essere consegnati.

genova.repubblica.it

Nessun commento:

Posta un commento

Rimanete sempre aggiornati!!