Translate

martedì 6 novembre 2012

Sanita: Balduzzi a Tunisi per riavviare cooperazione

TUNISI, 6 NOV - Con la firma di un accordo, tra i ministri della Salute di Italia, Renato Balduzzi, e Tunisia, Abdellatif Mekki, e' ripartito oggi, dalla capitale tunisina, il processo di cooperazione tra i due Paesi avviato, nel 1998, con un memorandum. Accordo che, ha detto il ministro Balduzzi all'ANSA, ha raccolto l'esigenza della Tunisia di garantire, al proprio settore sanitario, la possibilita' di uno sviluppo armonico che possa fare tesoro dall'eccellenza italiana in alcuni specifici settori, come, ad esempio, quello della regionalizzazione del sistema, che non a caso e' stato messo al primo punto del nuovo percorso di cooperazione redatto oggi e per il quale e' stata prevista la possibilita' di una cooperazione e partenariato tra Regioni italiane e Governatorati tunisini.

Molti i punti contenuti nel dossier e che saranno oggetto del rinnovato accordo di collaborazione, quali i meccanismi dell'informazione medicale, il migliore funzionamento del sistema delle urgenze, la promozione della salute a livello professionale. Grande importanza e' stata riservata anche alla tutela della salute della madre e del bambino, cosi' come alla lotta alle malattie emergenti (come il virus Nilo Occidentale) o di altre che manifestano una grande aggressivita' (come Dengue, Chikungunya, febbre emorragica Crimea Congo) e di quelle che si pensavano essere ormai debellate. Un altro dei settori in cui l'esperienza italiana potra' aiutare il sistema tunisino a svilupparsi e razionallizzare le proprie risorse - secondo gli obiettivi dichiarati dei nuovi governanti di Tunisi - e' quello della realizzazione di un sistema che possa calcolare i costi ospedalieri per settori clinici e gruppi di malati omogenei.

In base all'accordo, l'Italia trasferira' alla Tunisia le sue esperienze per consentirle di pianificare una strategia nazionale per sorvegliare e combattere le infezioni nosocomiali.

Questa mattina, dopo la firma dell'accordo, al Ministero della Salute, il ministro Balduzzi ha visitato il reparto di neonatologia dell'ospedale Charles Nicolle, una delle strutture d'eccellenza della Tunisia. Charles Nicolle, ha ricordato Balduzzi, era uno scienziato che, non avendo trovato in patria - era francese - la giusta attenzione per i suoi studi si trasferi' in Tunisia, meritando il premio Nobel.(ANSAmed)

1 commento:

Rimanete sempre aggiornati!!