Translate

mercoledì 14 novembre 2012

Tunisia: sondaggio, verso bipolarizzazione elettorato

(ANSAmed) - TUNISI, 14 NOV - Il panorama parlamentare in Tunisia si avvia, a grandi passi, verso la bipolarizzazione, con due partiti, il confessionale Ennahdha ed il laico (ma sarebbe piu' corretto definirlo non confessionale) Nidaa Tounes nettamente in testa nelle preferenze dell'elettorato. Lo testimonia un sondaggio, concluso a fine ottobre, condotto dall'agenzia Sigma Conseil che ha chiesto ai tunisini: chi voterebbero oggi se ci fossero le elezioni legislative? Le intenzioni di voto hanno dato un responso significativo: 1,3 milioni di voti andrebbero, oggi, ad Ennahdha, mentre su Nidaa Tounes convergerebbe un milione di voti, rispettivamente quindi con il 36,1 e con il 29,1 per cento. Una forbice abbastanza larga ma che, vista la continua evoluzione del panorama politico, non sembra potere restare tale anche per i mesi futuri. Il sondaggio comunque ha confermato il baratro che c'e' tra i primi due partiti (occorre ricordare che Nidaa Tounes e' stato costituito solo da pochi mesi) e gli altri il CpR, del presidente della repubblica Marzouki (12,4%), il Front Populaire (5,3%, che ha segnato un forte balzo in avanti rispetto alla rilevazione di settembre), Ettakatol (4,1%, in calo), Al Aridha (3,4%) e Al Joumhouri (2,2%), entrambi in crescita.


Nessun commento:

Posta un commento

Rimanete sempre aggiornati!!